Piste ciclabili e pedonalizzazioni: risorsa economica per le città e per il commercio

Le città sono organismi viventi che crescono e mutano il loro aspetto continuamente, anche negli aspetti relativi alla mobilità.
L’epoca della motorizzazione di massa sta lasciando il posto a un’era della condivisione e in cui è sempre maggiore la domanda di mobilità sostenibile.

Ma quali sono le conseguenze economiche di questo cambiamento?

Molti studi dimostrano che le pedonalizzazioni in ambito urbano sono sinonimo di sviluppo per il commercio e aumento dei prezzi degli immobili a causa dell’innalzamento della qualità della vita. Il caso di via Paolo Sarpi a Milano è una dei più emblematici: passato da ghetto cinese a luogo dello struscio.

La diffusione nell’uso della bicicletta, per esempio comporta una serie di vantaggi per la cittadinanza, quali aumento dello stato di salute, diminuzione del traffico, riduzione degli inquinanti, aumento della capacità di spesa e aumento dell’indotto per le attività commerciali locali. 

Ed è possibile anche quantificare in maniera numerica questa serie di benefici in relazione ai loro costi? Durante l’elaborazione del biciplan del Comune di Bologna si è arrivati alla conclusione che per ogni euro investito in ciclabilità ne ritornano circa 11 alla collettività.

Quale altro investimento pubblico è in grado di garantire ritorni maggiori?

Luogo: Broletto, Piazza Vittoria, Pavia.
Quando: 15 Settembre 2017, ore 16.00


Introduce e modera:

Giuliano Ruffinazzi – Assessore Mobilità e Sport, Comune di Pavia.


Interventi di:

Alfredo Drufuca – Amministratore Delegato, Polinomia srl | “Il ritorno di investimento della ciclabilità nel comune di Bologna”
Luca Tamini – Politecnico di Milano | “Rigenerazione urbana: Milano, Parma, Bergamo, Bussolengo”
Paolo Pinzuti – Direttore Sviluppo, Bikenomist srl | “La bicicletta è
l’anima del commercio”

Andrea Painini – Vicepresidente, Confesercenti Lombardia

Registrazione all’evento

http://www.lebici.it/wp-content/uploads/2017/08/investimenti.png
Mappa: